Analizza la velocità del tuo sito

Snapchat Media Marketing 2
Come detto nel precedente articolo è possibile utilizzare l’app Snapchat per coinvolgere il tuo pubblico e far conoscere il tuo brand, continuiamo quindi l’esplorazione delle possibilità offerte da quest’app.

Offri coupon e offerte speciali
Usa Snapchat come mezzo per inviare coupon a tempo limitato o offerte speciali ai tuoi clienti. Poiché la promozione verrà visualizzata in modo sintetico, assicurati che il tuo messaggio sia chiaro e conciso, ad es. “Sconto del 10% oggi solo con il codice promozionale SNAP” e prendere in considerazione l’invio di uno snap “heads-up” per avvisare le persone del giorno e dell’ora in cui una promozione verrà inviata nella loro casella di posta. La catena di gelati 16 Handles ha dato una svolta interessante a questa strategia. In primo luogo, hanno chiesto ai clienti di inviare una foto tramite Snapchat nel momento in cui mangiavano il gelato della catena. 16 Handles avrebbe inviato quindi con un codice coupon per il prossimo acquisto. Il cliente doveva mantenere il messaggio autodistruggente non aperto fino a quando non aveva fatto il suo ordine, quindi mostrare rapidamente al cassiere il coupon per ricevere uno sconto.

Tieni un concorso Snapchat
Come sai, i contest possono essere un modo molto efficace per aumentare l’impegno e la consapevolezza del tuo marchio sui social media, e non è diverso su Snapchat. Qui ci sono diversi metodi che puoi usare:

Caccia al tesoro: condividi gli indizi di foto o video su una destinazione segreta, nel mondo reale o online, e sfida i tuoi follower a competere.

Quiz di parole o immagini: invia indizi di parole o immagini e imposta il periodo di tempo, aumentando il modo in cui i follower possono vincere un premio, ad es. visitando una pagina speciale sul tuo sito per inserire una parola chiave rivelata nel corso di una settimana o inviando uno snap specifico.

Il primo snap vince: invia una foto o un video che chiedi ai follower di ritagliare qualcosa di specifico o twittarti uno screenshot da uno snap, e il primo a farlo vince un premio.

Approfitta delle storie di Snapchat
La modalità Snapchat Stories ti consente di unire più snap contemporaneamente per creare una bobina continua di 24 ore di contenuti. Quando uno snap aggiunto alla tua storia dura oltre 24 ore, scompare e deve essere sostituito con nuove foto o video se vuoi che la storia rimanga attiva. Se nessun nuovo contenuto viene aggiunto alla tua storia, scomparirà una volta scaduto il nuovo contenuto e sarà necessario creare una nuova storia. Per aggiungere contenuti a una storia, scegli l’icona “+” dopo aver scattato una foto o registrato un video con l’app.

Come far crescere i tuoi follower su Snapchat: Snapcodes e referral di amici
Oltre all’ovvia tattica di “promuovere la tua presenza e il tuo nome utente ovunque su Snapchat” (grazie allo Snapcode del tuo profilo, che quando fotografato da un cliente utilizzando la fotocamera integrata dell’app ti aggiungerà automaticamente: controlla al link https://accounts.snapchat.com/accounts/snapcodes), uno dei modi più semplici per incoraggiare la crescita del tuo pubblico su Snapchat è chiedere ai follower esistenti di incoraggiare i loro amici ad aggiungerti nell’app. Quando chiedi ai fan esistenti di riferire i loro amici, assicurati di far loro scattare il nome dell’amico che ti aggiungerà e, quando lo faranno, invia ad entrambi gli utenti una piccola ricompensa come ringraziamento (codice sconto, contenuto unico, ecc.)

Combina Snapchat con altri canali social
Data la forma fluida e distruttiva della messaggistica di Snapchat, spesso aiuta combinare l’app con altri social network. Ad esempio, puoi lanciare un contest utilizzando una storia di Snapchat, ma chiedi ai fan di inviarti i loro contenuti tramite Instagram o Twitter, utilizzando un @mention e un hashtag specifico. Ti aiuterà non solo a capire quanto sia efficace il tuo marketing Snapchat, ma creerà anche una maggiore visibilità su altri social network.

Suggerimenti per la creazione di contenuti Snapchat rapidi ed efficaci
Per sfruttare al meglio le immagini su Snapchat, fai prima questo: vai direttamente sulle Impostazioni, tocca “Gestisci” sotto l’opzione Servizi aggiuntivi e attiva Filtri e Testo speciale.

Dopo aver scattato una foto, scorri verso sinistra o destra per sovrapporre i filtri, un timestamp e la temperatura corrente. Affinché questi ultimi due filtri funzionino, assicurati che le impostazioni di localizzazione siano abilitate nelle impostazioni principali del tuo dispositivo mobile.
Puoi rendere i titoli di testo grandi e in grassetto toccando l’icona “T”. Tocca due volte (in entrambe le modalità) per centrarlo.
Per aggiungere musica di sottofondo agli snap video, inizia a riprodurre un brano sul tuo dispositivo mobile (uno salvato sul dispositivo o trasmesso in streaming in un’app come Spotify), quindi apri Snapchat e inizia la registrazione: la parte della traccia che viene riprodotta durante la registrazione verrà automaticamente duplicata nel video.
Dopo aver scattato una foto o aver girato un video, fai tap sul download per salvare il file multimediale sul tuo dispositivo mobile. I media possono essere condivisi con altri social network per promuovere i tuoi contenuti Snapchat, come legarli a un tweet o post di Facebook, creare un album di foto Snapchat per raccontare la storia di 24 ore o unire video clip per creare un vlog da caricare su Youtube.

Il Test High Tempo

Le strategie di crescita generalmente coprono l’intera storia della crescita di una società; l’analisi temporale però può essere limitata ad un periodo di crescita o decrescita: analizziamo quello che può essere un periodo di stagnazione della crescita. Caso di studio è un account Twitter, che ha raggiunto circa 90.000 MAU (utenti mensili attivi) nel primo anno, e che poi non ha più avuto cambiamenti nel coinvolgimento di nuovi utenti, né di perdita di utenti: il tipico caso di stagnazione della crescita. Di solito il test rapido è il modo più efficace per prevedere la crescita di un business, ma la stagnazione può bloccarne la crescita; una soluzione può essere il test High Tempo.

Per l’esecuzione di questo test partiamo dal presupposto che bisogna lanciare in media tre nuovi esperimenti a settimana. Usiamo il termine esperimento per includere nuove iniziative, rilasci di funzionalità del prodotto, ed i test A/B tipici del campo SEO. Quando si agisce a ritmo elevato, si spinge su tutti i vettori di crescita in un modo misurabile e sistematico. Il grafico sottostante mostra cosa può succedere:

Quella che si vede è una crescita da 90.000 MAU a 152.000 MAU in circa undici settimane senza aumentare il budget di marketing online o le dimensioni del team di sviluppo. L’unica cosa che è cambiata è la velocità di sperimentazione. Sono questi i risultati ottenuti con l’utilizzo del framework High Tempo

Che cos’è il test High Tempo?

La maggior parte dei professionisti della crescita sanno che il Growth Hacking non consiste in una tecnica specifica, ma piuttosto si tratta di un processo di studio e scoperta di quelle tattiche che saranno efficaci per far crescere un business. Questo studio avviene attraverso il test dei potenziali motori di crescita, che vanno dai nuovi canali alle nuove caratteristiche di condivisione e ingaggio, nascoste nell’idea di prodotto; un SEO Specialist ed un Content Marketer possono redigere delle linee guida da cui partire. Quanti più test si eseguono, più si impara come cresce un business. Quindi è naturale voler eseguire quanti più test per periodo di tempo, soprattutto in ambito SEO. Questa è l’idea alla base del test High Tempo.

Requisiti per il test High Tempo

Ideazione sfrenata

Il test High Tempo inizia col comprendere quali esperimenti vale la pena fare. Che sia all’interno di un team dedicato al SEO o ai contenuti, o eseguito da una sola persona, lo studio e l’ideazione degli esperimenti può diventare un’attività ripetitiva, che elimina la possibilità di creare nuovi pattern. Può quindi rendersi necessario l’intervento di altre persone all’interno dei team di lavoro: gli utenti. Le idee che derivano dall’intervento degli utenti vanno da nuovi modi atti a migliorare l’impegno della comunità, ai miglioramenti dei prodotti, a comprendere ottiche di acquisizione per SEO ma ciò che stimola il coinvolgimento dell’utente è la possibilità di intervento nell’area di business; l’utente cioè comincia a capire di essere parte del business, non solo il fruitore del prodotto.

Ovviamente arriva il momento in cui questo processo ha esso stesso una stagnazione, perciò, per riprendere le possibilità di intervento da parte degli utenti, bisogna ripetere l’engagement dell’utente, operando tattiche di remarketing sulla community; una di queste tattiche può essere una classifica degli utenti più attivi, con le idee più votate o più popolari. La classifica fa ripartire il processo di ideazione, facendo entrare in competizione gli utenti.

Dare priorità alle idee

A questo punto bisogna affrontare la sfida di smistamento delle idee. Con centinaia di idee, è difficile sapere da dove cominciare. Bisogna valutare ogni nuova idea basandosi su un punteggio suddiviso tra impatto potenziale sulla crescita, fiducia nel successo, e semplicità di implementazione.I team per il SEO, SEM e Content Marketing possono lavorare in combinazione per stilare al meglio i punteggi della classifica. Una volta che le idee sono state classificate, è facile ordinarle e trovare le migliori nelle aree a cui diamo priorità (come l’attivazione).

Gestione del Tempo

Abbiamo compreso quanto sia importante effetturare almeno 3 test per settimana, e se questo obiettivo non viene conseguito, la crescita non avviene in modo costante. Una soluzione è per esempio una riunione settimanale sulla crescita. Questo incontro non è per l’ideazione, che viene fornita dalla community, ma riguarda l’elaborazione del backlog delle idee che già abbiamo, e soprattutto per assegnare la priorità e dividersi le idee per la settimana successiva. In questa riunione bisogna comprendere se si è stati in grado di implementare tutti i test in programma la settimana precedente e se per tutti i test conclusi vi sono stati dati rilevanti per l’apprendimento di tematiche rilevanti, come acquisizione tramite SEO, ROI su marketing, KPI o Remarketing, importanti per la crescita di business. Il backlog è già stato curato, le storie degli utenti sono già scritte, è il momento di costruire un’agenda per la crescita settimanale, dividendo i compiti secondo le competenze. Alcuni test possono essere implementati dal team di marketing, altri dal product manager e altri richiedono competenze tecniche approfondite, riguardanti gli sviluppatori o gli specialisti SEO. Dividere tra vari team il carico di lavoro degli esperimenti con priorità, rende molto più semplice raggiungere il nostro obiettivo. L’obiettivo è quello di lanciare almeno tre test a settimana, ma in genere bisogna provare a raggiungere i 5 test a settimana. In questo modo, se ci sono problemi nell’esecuzione di alcuni test, si è organizzata per tempo la gestione di altri. Alcune settimane si è inoltre in grado di eseguire tutti i cinque test.

Metodi di apprendimento e cattura

I test sono quindi indicizzati in un database di apprendimento sulla crescita. Ciò può essere utile quando si aggiungono nuovi membri del team, in modo da poter capire che cosa è stato testato, che cosa ha funzionato e cosa no.

I risultati del test High Tempo

Il test High Tempo non è di facile esecuzione, ma è estremamente efficace. Prevede un processo rigoroso, con problemi legati alla gestione dello stesso, per la divisione in piccoli slot di lavoro, che a loro volta devono raggiungere obiettivi che riguardano il traguardo settimanale complessivo. Una problematica è spesso dovuta alla creazione di colli di bottiglia: nell’acquisizione delle idee, nella gestione della classifica e nell’assegnazione ai vari componenti. Superato ciò è però evidente come questo test sia uno dei più aggressivi per poter produrre crescita in maniera esponenziale.

Condividere una sessione Bash
Quante volte ti è successo di dover condividere una sessione Bash per formazione o controllo d’errori? Spero non tante, ma spero anche che tu non abbia scelto la più facile via di accesso remoto come TeamViewer o prodotti simili, perché come avrai notato non è possibile lavorare contemporaneamente sulla stessa sessione Bash.

La soluzione migliore per condividere la sessione Bash con altri utenti è quella di usare il tool screen in modalità multiuser.

Avvia quindi sull’host il comando # screen -S nome_sessione , attiva il metakey di screen Ctrl-A ed aggiungi l’utente con :addacl utente2,utente3 ponendo particolare attenzione a non aggiungere spazi dopo le virgole.

Attiva la modalità multiuser con Ctrl-A :multiuser on ma tieni presente che nel caso in cui non sia attiva la modalità multiuser per le sessioni screen dovrai eseguire come root i seguenti comandi:

[root@host ~]# chmod u+s $(which screen)
[root@host ~]# chmod 755 /var/run/screen
[root@host ~]# rm -fr /var/run/screen/*

in modo da attivare il supporto multiuser; questa azione dovrai eseguirla solo la prima volta.

Una volta attivata la sessione in modalità multiuser l’altro utente potrà quindi accedere contemporaneamente alla sessione bash digitando # screen -x utente1/nome_sessione e vedrete contemporaneamente la sessione, ovviamente abbiate cura di gestire un ordine di intervento nella sessione.

Snapchat Media Marketing
L’app Snapchat, lanciata a settembre 2011, è un servizio di condivisione di foto e video incentrato su una semplice premessa che è diversa dai suoi concorrenti: tutti i messaggi condivisi tra gli amici tramite Snapchat si autodistruggono, non si possono più vedere. Nella maggior parte dei casi, i messaggi di foto e video – Snap – scompariranno in un tempo stabilito tra uno e dieci secondi dopo essere stati aperti da un destinatario (il limite di tempo è specificato dal mittente) e se Snap non viene aperto, si cancellerà automaticamente dopo 30 giorni. Le uniche eccezioni a questa regola sono l’opzione “ripetizione una tantum al giorno” per ogni singolo snap e per le Snapchat Stories. Prima di condividere contenuti con altri contatti, gli utenti di Snapchat hanno la possibilità di aggiungere filtri e annotare foto e video con testo e indicatori colorati.

Quindi i media condivisi tramite Snapchat esistono solo per pochi secondi, ma se si passa a considerare il limite di tempo come un’opportunità anziché una limitazione, ci sono molti modi in cui tale limite possa essere usato per un marketing efficace. Ad esempio, quando un cliente riceve una notifica di un messaggio Snapchat da te sa che non appena lo aprirà, dovrà prestare molta attenzione perché presto scomparirà per sempre. E se non continua a controllare l’app quotidianamente, perderà messaggi, creando un senso di urgenza per tenere il passo con informazioni fugaci. Secondo gli standard odierni, 10 secondi di attenzione sono polvere d’oro. Come tutti i social media, i migliori contenuti di Snapchat sono incorniciati in modo tale da rispecchiare lo stile che la maggior parte dei suoi utenti utilizza nella piattaforma. Per quanto riguarda Snapchat, questo vuol dire umorismo, condivisione di segreti, divertimento, chiacchierate brevi e screenshot di momenti “condivisibili”: la promessa di contenuti unici e in tempo reale è l’incentivo del cliente a seguirti, anche se lo fa già su altri canali.

Snapchat è indicato per le aziende il cui pubblico è giovane: gli adolescenti e i ventenni dominano la piattaforma. A maggio 2014, aveva oltre 70 milioni di utenti mensili attivi che inviavano oltre 400 milioni di scatti al giorno. Diamo un’occhiata ad alcuni modi in cui puoi sfruttare al meglio Snapchat per la tua azienda.

Fai domande semplici
Poiché la possibilità di digitare risposte di testo lungo è limitata dal tempo e dallo spazio, il miglior tipo di domande da porre sono quelle che sono facili da assimilare e richiedono una risposta visiva, sia per foto che per video. Ad esempio, un marchio di scarpe potrebbe chiedere ai propri fan qualcosa di semplice come “Mostraci le tue scarpe!” oppure “Scatta una foto quando sei in negozio!” Più velocemente e più facilmente riesci a far rispondere i fan, meglio è.

Divertiti, sii divertente
Il pubblico di Snapchat è costituito per la maggior parte da adolescenti e giovani adulti e l’app è dominata da contenuti divertenti. Se il tuo brand lo consente, non aver paura di divertirti un po’: usa faccine, scarabocchia sopra i tuoi scatti, usa Emoji per raccontare una storia o sorprendi il tuo pubblico. Se riesci a catturare l’immaginazione dei fan in questo modo, tanto più è probabile che continuino ad aprire gli snap che invii.

Mostra anteprime
Se necessario, estrai il contenuto nel corso di diversi scatti per mantenerlo fruibile e per incoraggiare le persone a cercare altro. MTV UK ha usato questo metodo di marketing più volte per visualizzare in anteprima foto e videoclip della nuova stagione del un reality show televisivo. Il contenuto è stato memorabile e di grande impatto, ricordando alle persone di guardare il programma e visitare il suo sito web.